Milano, (dicembre 2015 – aprile 2016)

L’intervento di illuminazione scenografica della Torre Velasca, lo storico edificio che ha connotato lo skyline della città di Milano sin dalla fine degli anni Cinquanta, nasce con l’obiettivo di “attirare” l’attenzione dell’opinione pubblica, su uno dei simboli architettonici, sociologici e culturali più importanti della nostra città e della Piazza antistante.

L’illuminazione scenografica realizzata per un periodo di 5 mesi (dicembre 2015 – aprile 2016) prevede due sezioni: un’installazione luminosa sul fronte centrale della torre e la piazza antistante e un’installazione multimediale all’interno di uno spazio espositivo presente nell’edificio con la realizzazione di una scenografia affascinante ed evocativa che ripropone la storia della Torre.

Dentro lo spazio l’installazione scenografica è caratterizzata da una sequenza di schermi a forma di vele sulle quali sono proiettate una serie di immagini che disegnano un originale percorso visivo. Qui scorrono suggestioni che raccontano la Torre e il contesto sociale e culturale del periodo (il decennio 1950 – 1959) nel quale è stata progettata e costruita.

I video, montati con sequenze di immagini in movimento, creano sulle vele delle suggestive apparizioni, sdoppiamenti e prospettive nuove, una sorta di caleidoscopio che avvolge lo spettatore. Le proiezioni sono realizzate con videoproiettori e proiettori teatrali.

Le immagini sono organizzate in quattro sezioni tematiche: il racconto architettonico della, la rappresentazione della società di quel periodo storico (1950-1959); la rappresentazione del design e dell’arte grafica e pittorica più significativa degli anni’50; frame di alcuni film ambientati a Milano e che hanno come set la Torre Velasca come Il Vedovo di Dino Risi, Milano Calibro 9 di Fernando Di Leo.

L’installazione luminosa e la scenografia dello spazio è stata realizzata con lo scenografo Sebastiano Romano.

Il progetto è stato finanziato da UnipolSai.

Foto di Piero Gatti.